5 lug, 2021

Jacopo Gallelli, l’orgoglio italiano del bass fishing

Dal contesto italiano, con laghi e fiumi dalle dimensioni più contenute e con mezzi meno potenti rispetto a quelli americani, Jacopo Gallelli parte da Firenze per gli  Stati Uniti dove viene definito “rookie angler” pescatore principiante e come prima vittoria si aggiudica l’MLF Tackle Warehouse Pro Circuit 2021, l’espressione massima del bass fishing (la pesca del persico trota) con un premio di 100.000 dollari.

Rookie Angler in realtà, Jacopo lo è solo per gli americani perchè in patria ha iniziato a pescare fin dall’adolescenza per poi aggiudicarsi due importanti campionati italiani tra il 2017 e il 2018.WhatsApp Image 2021-07-05 at 11.00.30Sempre nel 2018 sale alla ribalta per essere stato il primo italiano ammesso al Bass Master Classic, e da lì inizia con sacrifici e rinunce il suo percorso di preparazione per i circuiti americani di bass fishing, vero e proprio sport professionistico negli Stati Uniti. 

Il 20 giugno 2021 segna una data storica perchè sul fiume Potomac della costa atlantica statunitense, Jacopo Gallelli in 5 giorni di gara è diventato il primo italiano e il primo europeo in assoluto a conquistare il podio nel più importante torneo professionistico americano e internazionale di bass fishing.

La sua formazione all’italiana gli ha permesso di pescare in modo preciso e metodico, ma è stato il suo intenso allenamento giornaliero e lo studio accurato delle acque, che a differenza di altri pescatori locali, Jacopo non aveva mai frequentato, che gli hanno permesso di velocizzare la sua azione di pesca per renderla competitiva nel contesto americano.

Grazie a Jacopo Gallelli, alla sua tenacia, al suo controllo e alle forti emozioni che ci ha regalato, in Italia il bass fishing attrae sempre più sostenitori e appassionati.

Invia il tuo commento

Altri Articoli